LA PAROLA AI NOSTRI MERCHANT: FIMELATO

Fimelato A. Ottaviani
Alessandra Ottaviani 
Chairman, Fimelato
Fimelato viene definito il brand digitale che innova la tradizione sartoriale italiana del “su misura” per uomo a domicilio. Com’è nata l’idea di coniugare eccellenza artigiana e innovazione digitale, dando vita a una formula così unica?

L’idea è nata quasi spontaneamente.
L’eccessivo e spesso, a nostro parere, inappropriato accostamento dell’aggettivo “esclusivo” al mondo dell’alta sartoria ha generato verso una certa fascia di mercato un certo effetto di “esclusione” e di conseguenza di distanza tra domanda e offerta. Una distanza che è diventata sempre più importante negli anni al punto di relegare il sartoriale solo per un pubblico di nicchia.

Fimelato si propone di “svecchiare” il sistema della sartoria su misura recandosi direttamente presso il domicilio preferito del potenziale cliente.

Il cliente diventa così componente attiva dell’intero processo di creazione del proprio capo sartoriale, avendo passo dopo passo la netta percezione anche economica di quello che stà acquistando.

La vostra realtà è intrinsecamente “new normal”. Quali sono gli aspetti della vostra attività ad essere stati digitalizzati, in base a quale strategia? Quali le principali sfide?

Tutti i nostri processi di marketing, sales, loyalties e amministrativi sono stati digitalizzati in modo tale che la relazione tra Fimelato ed il cliente, inteso come essere umano, non termini con l’acquisto ma anzi abbia proprio inizio con l’acquisto di un capo sartoriale.

Una relazione che si basa sull’idea di far vivere una eccezionale esperienza umana ogni volta che entra in contatto con Fimelato.
Paradossalmente la vendita del capo sartoriale è la giustificazione per il vero motivo che è quello di provare quel senso di benessere e di conseguenza di piena soddisfazione.

La sfida che ci attende è quella di comprendere quali possono essere le reali dinamiche per creare e soprattutto consolidare una comunità di Fimelato “addicted”.

Oggi le sollecitazioni a cui tutti noi siamo sottoposti sono davvero troppe ed il rischio concreto è che anche la migliore delle iniziative si confonda nel mare di idee e proposte a portata di un click.

La vostra avventura è iniziata nel 2019, poco prima di un anno segnato duramente dall’emergenza sanitaria e da una rivoluzione in termini di abitudini e consumi che ha colto tutti alla sprovvista. Qual è stato l’impatto del Covid-19 sul vostro business?

Fimelato nasce nel 2019 come impresa, ma i suoi master tailor sono presenti sul mercato da  oltre 30 anni. Il 2019, a causa della pandemia, ci ha costretto ad una forte accelerazione in termini di riorganizzazione dei processi, soprattutto dal un punto di vista della comunicazione verso i clienti.
Clienti appartenenti ad un segmento di mercato molto tradizionale e abituato ad una comunicazione altrettanto tradizionale e letteralmente fisica.

Proprio il divieto di contatto fisico ha in parte modificato la nostra azione di sviluppo e ci ha costretto ad anticipare alcune attività e a posticiparne altre. Il 2019 è stato dedicato a “coccolare” i nostri clienti e tutti i Fimelato “addicted” pertanto  abbiamo dato ampio spazio alla comunicazione digitale in ogni sua forma e rappresentazione,  rilasciato nuovi servizi come ad esempio “30suMisura”, un servizio gratuito di “advisory wardrobe” insieme ad un nostro master tailor in videoconferenza della durata di 30 minuti.

Che priorità è accordata ai pagamenti digitali in Fimelato e in che modo fanno parte della vostra user experience?

Il tema pagamenti è una fase del processo di acquisto di particolare importanza in Fimelato.

Il nostro cliente deve percepire la sicurezza e la trasparenza in fase di pagamento. Al contempo deve essere anche una esperienza facile e comoda soprattutto in un settore come quello della sartoria su misura dove storicamente resiste ancora una percentuale importante di clienti che decidono di pagare in contanti.

L’abito Fimelato si paga anche con MyBank. Da chi viene utilizzato e con quali vantaggi?

In realtà non c’è una precisa tipologia di persona che sceglie di pagare con MyBank. Nella nostra esperienza, il cliente che sceglie di pagare con MyBank è una persona trasversale ad età, geografia e ruolo sociale.

Registriamo ovunque l’assoluta disponibilità a modificare in meglio, aggiungiamo noi, l’esperienza di pagamento. Diciamo che sicurezza e trasparenza sono argomenti che presso i nostri clienti fanno molta presa.

Perché si sposa bene con la vostra strategia di brand digitale?

L’adozione di MyBank è coerente con la nostra mission aziendale che è quella di “svecchiare” il settore della sartoria “su misura” ancora molto legato al passato anche in termini di processo di pagamento.
Non dobbiamo dimenticare che ancora oggi, e questo vale per l’intero settore del “su misura”, una importante percentuale di ordini viene pagata in contanti. Questo avviene per diversi motivi, tra i quali, da una parte, la scarsa attitudine al cambiamento della sartoria tradizionale al cambiamento, e dall’altra parte la percezione di “pericolo” nel pagare con metodi considerati ancora “innovativi”.

MyBank è ciò che serve a Fimelato per vincere anche questa sfida.

Quali risultati auspicate raggiungere con MyBank e quali sono gli aspetti di questo strumento di cui avete finora maggiormente beneficiato?

Entro il 2021 la totalità delle transazioni Fimelato sarà esclusivamente digitale e MyBank rappresenterà per noi ed i nostri clienti un driver estremamente importante. Fimelato con gli strumenti MyBank ha progressivamente acquisito presso la propria clientela, anche nella delicata fase dei pagamenti, una maggiore autorevolezza e trasparenza, che ha convinto in talune situazioni anche i clienti più riluttanti a cambiare “modalità” e quindi passare dal fisico al digitale.

Per un brand digitale come Fimelato, la sicurezza delle transazioni e la protezione dei dati sono ingredienti essenziali per generare fiducia e fidelizzare la clientela. Il fatto che MyBank metta al centro della sua soluzione questi due elementi e sia conforme anche alle normative GDPR e PSD2 è qualcosa che viene valorizzato da parte vostra?

I clienti Fimelato amano la riservatezza e la sicurezza tanto quanto il bel vestire.
Per tale motivo la protezione dei dati della nostra clientela conforme alle vigenti normative, su tutte GDPR e PSD2, ci consente di ritenere MyBank uno strumento di lavoro estremamente abilitante per il nostro business.

Oltre a essere “new normal”, Fimelato è al 100% “customer centric”. Con voi il cliente non effettua un semplice acquisto, ma vive un’esperienza esclusiva che va al di là di un nuovo abito di grande qualità. Dal Travel Tailor personale alla video consulenza 30suMisura per arrivare ai servizi e benefit del mondo Fimelato Exclusive. Come riassumere l’esperienza Fimelato?

Noi lavoriamo per garantire ai nostri clienti una esperienza meravigliosa, dove la percezione costante sia di benessere, qualità, buon gusto ma facendo sempre attenzione a non far sentire mai il nostro cliente un pesce fuor d’acqua.
Il cliente Fimelato resta tale per 6 mesi dall’ultimo di acquisto del suo capo sartoriale. Questo significa avere diritto di accesso ad un ricco e selezionatissimo bouquet di benefit, tutti rigorosamente gratuiti in quanto cliente.

11 Feb 2021

Contattaci per ulteriori informazioni

MYBANK PAGAMENTI SICURI, IDENTITÀ PROTETTA

MyBank privati

MyBank privati